Ultime notizie
Home » Programmazione » .Net Framework » [.NET Framework 4.0] : Session State Compression
ASP.NET 4.0 fornisce una nuova opzione di configurazione per le due modalità di memorizzazione dei dati di sessione che richiedono la serializzazione. Questa opzione si chiama compressionEnabled ed è un attributo dell’elemento sessionState presente nel web.config per configurare il provider che gestisce la sessione. Quando impostiamo a true questo attributo, ASP.NET dopo la serializzazione dei dati, prima di passarli in memoria o su SQL Server li comprime utilizzando la classe GZipStream. Ovviamente in senso contrario farà anche la decompressione quando i dati dovranno essere deserializzati.

[.NET Framework 4.0] : Session State Compression

ASP.NET consente di scegliere tra tre possibili opzioni per memorizzare i dati di sessione.

La prima possibilità, quella di default, consiste semplicemente nel mantenere i dati di sessione in memoria nello stesso processo dell’applicazione ASP.NET.
 La seconda consente di tenere i dati di sessione sempre in memoria ma nella memoria di una macchina server dedicata (quindi solitamente una macchina diversa da quella che ospita l’applicazione).


La terza possibilità consiste nella memorizzazione dei dati di sessione su database SQL Server. In particolare in questi ultimi due casi i dati di sessione essendo ospitati fuori dal worker process dell’applicazione devono necessariamente essere serializzati. Quando ciò avviene la loro dimensione aumenta proprio a causa della serializzazione e questo potrebbe costituire un problema in presenza di molte informazioni da mantenere.
Per questo motivo, ASP.NET 4.0 fornisce una nuova opzione di configurazione per le due modalità di memorizzazione dei dati di sessione che richiedono la serializzazione. Questa opzione si chiama CompressionEnabled ed è un attributo dell’elemento sessionState presente nel web.config per configurare il provider che gestisce la sessione. Quando impostiamo a true questo attributo, ASP.NET dopo la serializzazione dei dati, prima di passarli in memoria o su SQL Server li comprime utilizzando la classe GZipStream. Ovviamente in senso contrario farà anche la decompressione quando i dati dovranno essere deserializzati.

<sessionState mode=”SqlServer” sqlConnectionString=”…” compressionEnabled=”true” />



About Luigi Melisi

Analista Programmatore Senior, Team Leader in svariati progetti, con esperienza decennale in analisi, progettazione e sviluppo di software gestionale desktop e web, di E-Commerce e sistemi di Content Management System.In questi anni ho utilizzato in prevalenza tecnologie Microsoft (Visual C#, ASP.NET, SQL Server, Visual Studio, Windows Mobile, ecc.) e programmazione orientata agli oggetti, ma ho maturato esperienza anche in altre tecnologie come Java e PHP.Attualmente mi occupo di consulenza informatica, di sviluppo software gestionale personalizzato, realizzazione di Siti Web, di sistemi di Content Management System. ed E-Commerce su misura del cliente.

Check Also

Come ricavare il dominio di primo livello dell’indirizzo attuale

Se ti si presenta la necessità di sapere come ricavare il dominio di primo livello …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: